WBC: la storia

della più grande competizione tra macellai professionisti al mondo

Il fischio d’inizio di quella che sarebbe diventata nel giro di pochi anni la più grande competizione al mondo tra macellai professionisti fu dato ufficialmente nel 2011, a Christchurch (NZ): due squadre composte da i sei migliori macellai di Australia e Nuova Zelanda decisero di sfidarsi nel Trans-Tasman Test Match”. La gara consisteva nel lavorare in tre ore una mezzena di manzo e un agnello, realizzando tagli di valore e preparati di alto profilo gastronomico. In quella occasione vinse il team australiano, gli Australian Steelers.

L’anno successivo la rivincita fu tenuta a Melbourne, in Australia, ma anche in questa occasione i padroni di casa si imposero sui neozelandesi Pure South Sharp Blacks.

Nel 2013, un team di macellai provenienti dal Regno Unito, i British Beefeaters, attraversarono il globo per partecipare alle nuove competizioni, ribattezzate per l’occasione “Tri-Nation’s Test Match Champions” e tenutesi a Wanaka, in Nuova Zelanda. Questa volta sono i Pure South Sharp Blacks a vincere, dando inizio ad un periodo positivo che li vedrà vittoriosi di ben tre titoli consecutivi: i neozelandesi hanno infatti vinto anche nel 2014 a Yorkshire (UK) e nel 2015 a Auckland (NZ). 

Di particolare importanza fu l’edizione del 2015, nella quale il regolamento venne rivisto, con l’aggiunta del maiale tra le carni da lavorare durante la gara. Grazie alla collaborazione con altre aziende ed eventi del settore, la competizione tra le tre nazioni fu ospitata all’interno della più grande manifestazione sulla carne al dettaglio mai tenuta fino ad allora in Nuova Zelanda.

Nel 2016, con l’arrivo nella competizione del team francese, l’evento cresce ancora e cambia per l’ultima volta il nome: nascono ufficialmente i World Butcher’s Challenge. La squadra esordiente, l’Equipe de France Boucherie, conquista il primo posto gareggiando nella Gold Coast, in Australia. Il 2016 è anche l’anno nel quale si introducono le gare per le categorie Young Butcher e Apprentice Butcher, vinte entrambe da concorrenti della Nuova Zelanda.

Arriviamo finalmente al 2018, anno d’esordio della Nazionale Italiana Macellai nei World Butcher’s Challenge. La competizione si tiene a Belfast, in Irlanda del Nord, e vede gareggiare ben 12 team di macellai professionisti: oltre all’Italia e ai veterani di Australia, Nuova Zelanda, Inghilterra e Francia, gareggiano squadre provenienti dal Brasile, dalla Bulgaria, dalla Germania, dalla Grecia, dall’Irlanda, dal Sud Africa e dagli Stati Uniti. I World Butcher’s Challenge di Belfast diventano un evento storico per il mondo della macelleria: la cultura, le tecniche e le tradizioni di 12 nazioni per la prima volta si incontrano, si confrontano e danno luogo ad una rete di amicizie e collaborazioni estesa su tutto il globo terrestre.

La Nazionale Italiana Macellai porta alle gare di Belfast tutto il calore del Bel Paese. Queste che seguono sono le parole con il quale veniamo descritti sul sito ufficiale della competizione.

“Ovunque gli italiani fossero in tour, c’era una travolgente sentimento di calore e amicizia. Tra i macellai più appassionati ed emotivi coinvolti nella competizione, questa squadra non ha lasciato nulla sul tavolo. Mettendo in mostra i salumi e i prodotti pronti da cuocere, è giusto dire che la World Butchers Challenge non sarebbe la stessa senza questo gruppo vibrante e abile.”

I WBC di Belfast sono vinti dai padroni di casa, gli Irlandesi, che conquistano la medaglia d’oro. I neozelandesi Pure South Sharp Blacks e gli Australian Steelers conquistano rispettivamente il secondo e terzo posto. La Francia conquista il primo posto nella categoria Young Butcher e la Nuova Zelanda mantiene il titolo degli Apprentice Butcher.

In questa edizione, vengono selezionati dai giudici i sei migliori macellai al mondo, scelti tra tutti quelli presenti nella competizione: tra i sei grandissimi nomi che formano questo “dream team”, c’è anche il nostro capitano e coach: Francesco Camassa.

Le prossime gare si terranno a Sacramento, in California, tra la primavera e l’estate del 2020. Oltre alle 12 nazioni che hanno partecipato a Belfast, esordiranno in questa edizione anche i team del Canada, dell’Islanda e del Messico. La Nazionale Italiana Macellai si sta preparando a dare battaglia, portando per la prima volta in competizione anche due rappresentanti per la categoria Young Butchers.